i racconti del burattinaio - primo racconto

Ehi tu che stai correndo, io ti conosco, dove vai così di fretta? Fermati un secondo o scoppierai.

No no ho fretta devo correre correre non c'è tempo mi resta poco poco tempo ci sono da fare tante tante cose studiareballarefornicareballarelavorareviaggiaredivertirmi non c'è tempo da perdere tante tante cose da fare poco poco tempo troppo poco tempo troppe cose da fare

Vedo, vedo.....

Mi dispiace adesso devo andare di la dagli amici poi da un'altra parte da dei conoscenti dopo loro vengono da me poi ancora torno io da loro ma solo di passaggio perché dopo vado da un'altra parte ad incontrare con l'amministratore e il delegato che incontrerò ancora in un altro posto per presentarmi al capo e poi tra un mese parto e vado dalla parte opposta da degli amici degli amici dei miei amici che conoscono gente a contatto con altra gente molto importante che devo assolutamente conoscere e dopo chissà quando tornerò qua cosa farò non ci ho ancora pensato poco tempo poco tempo troppo poco tempo

capisco....

Basta ho perso troppo tempo è l'ora degli amici dell'amore e della famiglia e poi dei soldi e del lavoro e dopo della musica ma anche della macchina dei litigi e delle feste e dei compleanni ma anche della casa e del mondo esterno e poi domani ci saranno i colleghi gli affari e ancora il lavoro e ancora i soldi poi le sei di mattina e le sei di pomeriggio nelle città lontane presto che dopodomani sarò nei salotti familiari tra traslochi familiari lavori familiari vita coniugale e bollette estremamente solitarie ancora soldi ancora lavoro e poi arriveranno i debitori e creditori e il giorno dopo sarà un crescere e poi invecchiare e il giorno dopo ancora crescere e poi invecchiare poi crescere e ancora invecchiare e dopo ancora e poi dopo ancora e dopo ancora e poi dopo ancora e poi ancora e alla fine.....

Sono curioso: e alla fine cosa succede?

E alla fine, beh si, lo sai anche tu dai, lo sai benissimo cosa succede, infatti succede che.....

Succede che.....

Non ce la faccio più, aspetta che prendo fiato, non ce la faccio più.

Scusami, posso farti una domanda?

No. Le domande imbrogliano; tante domande poco tempo. Non posso fermarmi e pormi domande, tante domande poco tempo, troppo poco tempo troppe domande. Non riesco a fermarmi, ti prego fammi una domanda!

E' più faticoso vivere la vita ora, in questo momento o passare tutta la vita a prepararsi per viverla?

Ma, se alla fine non arrivo all'appuntamento?

Tu non ti preoccupare, il tuo futuro non si arrabbierà per cinque minuti di ritardo; siediti qua un attimo a riposare. Ora che ci penso non ti ho ancora chiesto: ma tu cosa fai nella vita adesso?


Comments:
There are no messages yet
canea
Short Story
Other
writing canea
Bookmark and Share

You must log in to rate.
This has not been rated.

© 2014 WritingRoom.com, LLC. ALL RIGHTS RESERVED
WRITING | POETRY WRITING | CREATIVE WRITING | WRITE A BOOK | WRITING CONTESTS | WRITING TIPS